"In città siamo in molti ad attendere Jamie Roberts aka Blawan al varco perché è uno dei produttori da dancefloor più interessanti tra quelli usciti dal coacervo inglese di questi ultimi anni: un magma in cui contempliamo diversi tenaci tentativi di guardare avanti ed in altre direzioni ma al contempo altrettanti sguardi retrospettivamente posati su quei vent’anni di hardcore continuum non trascorsi invano. E Blawan è uno di quegli autori che istintivamente sosteniamo quasi incondizionatamente perché ha dimostrato di avere un approccio aperto, trasversale, lungimirante, pieno di brio e condito da una buona dose di ironia e gusto del party, il che non guasta assolutamente, anzi: pare proprio questo humour beffardo ed un po’ nero uno dei suoi tratti distintivi, quello che lo differenzia, al di là dell’aspetto meramente musicale, da altri ottimi produttori anglosassoni sugli scudi come ad esempio il più rigoroso e progressivo Untold o come Lone, languidamente acid, o Space Dimension Controller e la sua deriva electro, funk e ambient." Alarico Mantovani, Il Fatto Quotidiano

Privacy Policy

Newsletter Dancity Festival

* indicates required